Lame in Transizione

ci siamo, con altri minuscoli compiti.


Lascia un commento

Progettare e coltivare una Food Forest

 

Sabato 21, domenica 22 e sabato 28 domenica 29

dalle ore 9,30 alle ore 16,30

PROGETTARE E COLTIVARE UNA FOOD FOREST

Corso teorico-pratico

a cura di Stefano Peloso

Centro Sociale Villa Bernaroli – via Morazzo, 3 – Bologna

Raggiungibile con auto o con autobus linea 54

Corso di 4 giornate, per adulti, a pagamento. Prenotazione obbligatoria

Il cibo è il tema centrale della festa degli alberi di quest’anno e Food forest comprende in sé questo binomio

Food Forest è un ecosistema formato da sette livelli – a partire dagli alberi ad alto e medio fusto, passando per gli arbusti, i rampicanti, le piante tappezzanti e le erbacee fino alle piante da radice – che hanno in comune la caratteristica di essere fonte di cibo.

Ma non solo alimenti per l’uomo, possono fornire legname, erbe medicinali, riparo e cibo per gli animali e molto altro.

La Food forest ha il suo pregio maggiore nella manutenzione minima e nell’elevata produttività, cercheremo di coglierne l’essenza e verificare quali principi possano adattarsi alla trasformazione di piccoli e grandi spazi verdi urbani.

Prenotazione obbligatoria

il corso si terrà solo con un minimo di 8 iscrittimassimo 15 partecipanti.

Il corso si svolge in 4 giornate, 21 e 22 novembre – 28 e 29 novembre. La parte teorica si svolgerà in una sala attrezzata con proiettore, la parte pratica comprende visite a parchi cittadini e al Parco Città Campagna, sede delle attività di Arvaia coop. agr.

Info Stefano Peloso – 335 65 69 785 – esternazione@gmail.com

l ‘evento è parte della FESTA DEGLI ALBERI 2015, il programma completo è  su  www.comune.bologna.it/bac  www..fondazionevillaghigi.it.


Lascia un commento

Consapevolezza e disinformazione

Secondo appuntamento con la resilienza.

appuntamento: Biblioteca Lame, via M Polo 21/13  Bologna martedi 4 marzo, ore 20,30

consapevolezzaPiù informazioni abbiamo maggiore è la nostra consapevolezza e la nostra conoscenza, questo ci permette di fare la scelta migliore e di aumentare la nostra resilienza.

Nella nostra società la quantità di informazioni che ci arrivano è enorme ed essere in grado di capire la differenza tra informazione e disinformazione è essenziale.

Riccardo Sabellotti ci speiga come riuscire a distinguere  tra il vero e il falso con un metodo semplice e un pò di applicazione.


Lascia un commento

Cambiamenti climatici e agricoltura

martedì 4 febbraio, ore 20, 45, presso la Biblioteca Lame via M.Polo 21/13

Primo appuntamento del 2014 e primo appuntamento del nuovo ciclo di incontri dedicato alla resilienza.

Il cibo è il primo passo su cui lavorare per aumentare la nostra resilienza e quindi conoscere le implicazioni e gli effetti che il cambiamento climatico avrà sull’agricoltura è molto importante.

Siamo tutti consapevoli che il riscaldamento globale comporterà dei cambiamenti, però probabilmente ne stiamo sottovalutando gli effetti…

vedi il volantino


Lascia un commento

Programma per il 2014: la RESILIENZA

resilienzaSi, la resilienza è un tema che ci interessa, moltissimo!

Ne abbiamo parlato tempo fa, ed anche per il 2014 abbiamo deciso di approfondire una serie di aspetti che riguardano la resilienza personale, della nostra comunità e della nostra città.

Quindi quale migliore occasione per presentare questo programma se non una serata in cui conoscere un progetto che riguarderà la nostra città, d’altronde è chiaro che per fare una città resiliente ci vogliono cittadini resilienti….

BLUEAP_logo_verticalIl Progetto BLUE AP, che ha preso il via lo scorso 1 ottobre 2012 e che si concluderà il 30 settembre 2015, nasce con l’obiettivo di dotare la città di Bologna di un piano di adattamento al cambiamento climatico.          Il Comune di Bologna coordina il progetto, che coinvolge altri tre partner: Kyoto Club, Ambiente Italia e ARPA Emilia Romagna.

Ne parleremo con Giovanni Fini, del comune di Bologna, coordinatore del progetto.


4 commenti

Pianificare e realizzare una Food Forest

Una foresta che ricalca i boschi naturali, ma con qualche modifica. Multiuso e multiscopo, è adatta a far crescere alberi da legna, piante da frutto, erbe medicinali e tanto altro. FF immagine

Cos’è una food forest? E’ uno spazio progettato per ottenere oltre ai classici prodotti del bosco una gamma molto più ampia di prodotti alimentari, per uso erboristico o come alimento per gli animali, grazie all’inserimento di molte specie vegetali, che occupano livelli diversi, autoctone ed altre di facile adattamento e buona rusticità.

La caratteristica principale è che si tratta di un sistema a bassa manutenzione ed alta resa, un sistema cioè in cui viene immesso una limitata quantità di energia rispetto all’insieme dei prodotti che si ottengono.

Per maggiori informazioni: Stefano Peloso 3356569785/esternazione@gmail.com

Vai all’evento facebook

Vedi volantino e programma Continua a leggere


3 commenti

Introduzione alla Permacultura a Bologna

pratotappeto

Nella concezione comune, la Permacultura, è legata ad una visione agricola dell’ambiente e degli insediamenti umani, in realtà non è solo questo.

La Permacultura come progettazione, gestione ecosostenibile e integrata degli ambienti umani e produttivi del territorio, ha un significato molto più vasto ed esplorare grazie a questa metodologia l’ambiente urbano è una piacevole scoperta di quanto “lavoro” ci sia da fare nelle nostre città.

Quindi eccoci qui a proporre, a Bologna, questo corso di Introduzione alla Permacultura, 3 giorni per approfondire o scoprire come i principi della Permacultura possano aiutarci nel nostro percorso di Transizione.

link: volantino

link al form da compilare per iscriversi

 

Continua a leggere


Lascia un commento

Coop Arvaia, la nascita di una ASC.

Sicuramente avrete sentito parlare di ASC (CSA in inglese) acronimo di Agricoltura Sostenuta dalla Comunità:

Ecco, è proprio questo tipo di collaborazione tra produzione e consumo che la nascente Coop Arvaia sta cercando di attuare,

e non potrebbe essere altrimenti visto che il terreno da coltivare è un “bene comune”, 30 ettari di terreno agricolo di proprietà del comune di Bologna, situati a Borgo Panigale, alle porte della città, che costituiscono il Parco Città Campagna.

Per lungo tempo questi terreni sono rimasti “non utilizzati” anche se al suo interno Villa Bernaroli è diventata un centro sociale con annessa zona ortiva e altre associazioni svolgono lì le loro attività.

Continua a leggere